|  |  | 

Settori evergreen Settori in crescita

Conto termico 2.0, possibilità per green Jobs

Lavorare nelle settore delle energie rinnovabili.

Tante volte lo abbiamo detto: il lavoro diventa sempre più verde e le professioni eco-friendly aumentano il loro valore in termini di occupabilità e di terreno fertile per la nascita e lo sviluppo di nuove figure che pongono al centro dei propri interessi l’energia letta in un’ottica di eco sostenibilità e cura per l’ambiente.

Tempo fa, l’ILO (International Labour Organization) valutò un aumento di posti di lavoro nel settore, da qui ai prossimi 15 anni, di circa 60 milioni.

E in Italia?

La tendenza sembra essere confermata dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del nuovo Conto Termico, denominato 2.0. Il Decreto, infatti, apre molto alle azioni di ammodernamento ed efficientamento energetico per privati e Pubbliche Amministazioni. Azioni per cui si rende indispensabile il ricorso a tecnici specializzati, installatori, e professionisti ingegneri e architetti esperti di Bim.

BIM é l’acronimo di Building Information Modeling,  una tecnologia innovativa che,  attrabimverso l’uso di standard comuni e rappresentazioni product-orientated, presenta una visualizzazione 3D dell’edificio, permette di condividere le informazioni, il modello BIM, con tutti gli attori del processo di sviluppo, tra cui architetti, geometri e investitori

Opportunità professionali e formative

Il Green building dunque, cioè la progettazione e la costruzione o riqualificazione di edifici a basso consumo  diventa un mercato attivo e in piena espansione, tanto chesecondo il Centro Studi CNI (consiglio nazionale degli Ingegneri) il 20% dei laureati in ingegneria sarà occupato, entro il 2020, nel settore della bioedilizia.

Anche i mestieri più prettamente tecnici confermano la loro ascesa e, questa tendenza, si evince dalle necessità che emergono dagli obiettivi delineati nel nuovo Conto Termico.  Importantissimi dunque gli installatori che, oltre a montare provvedono alla manutenzione secondo norme tecniche e legislazione sugli incentivi dei nuovi impianti. (per approfondire : “I lavori favoriti dal nuovo conto termico“)

Importanti opportunità potrebbero trovarsi a Matera, Capitale Europea della cultura per il 2019. E’ recentissima infatti la notizia di un accordo tra ENEA consorzio TRAIN e il Comune di Matera, che mira a rendere la città energicamente efficiente e sostenibile grazie a interventi mirati e soluzioni tecnologiche messe in campo nei seguenti settori: fonti rinnovabili (fotovoltaico, bioenergie, solare termico e termodinamico), efficienza energetica, smart city, raffrescamento con energia solare (solar cooling), mobilità sostenibile e trasporto innovativo, accumulo di energia elettrica per applicazioni mobili e stazionarie e smart grid.

Per quel che riguarda la formazione nel settore, invece, segnaliamo a Modena un corso finanziato dal Fondo Sociale Europeo per Operatore di impianti elettrici e solari. Il corso é  di 600 ore, di cui 370 ore di teoria (aula) e pratica (laboratorio) e 230 di stage e, si rivolge a persone disoccupate, residenti o domiciliati in Emilia-Romagna in data antecedente l’iscrizione alle attività, che devono aver assolto l’obbligo d’istruzione e il diritto-dovere all’istruzione e formazione. Al termine del percorso, previo superamento dell’esame finale, sarà rilasciato un Certificato di Qualifica Professionale (ai sensi della DGR 739/2013) di Operatore impianti elettrici. Per info, contattare FormArt – Via Emilia Ovest, 693/B – Modena (MO), Tel. 059/3369911 Sito: http://www.formart.it

manioMa come si diventa lavoratori green?

Per ingegneri e architetti, dopo la laurea, è necessario un master di specializzazione in energie rinnovabili, così che possano guidare correttamente il lavoro dei tecnici.

Per i tecnici invece, che partono da una preparazione da perito o elettricista, è possibile accedere a corsi di formazione accreditati presso enti o regioni.

Il settore verde, dunque, sfida la crisi a colpi di occupazione e opportunità ma soprattutto con l’etica del rispetto per l’ambiente.

Per visualizzare gli altri green jobs consulta la nostra infografica

Cosa dicono i dati?

L’80% di chi è impegnato in formazione che riguarda l’energia e l’ambiente trova lavoro entro 6 mesi dal termine degli studi svolgendo, nel 58% dei casi, un lavoro strettamente coerente con gli studi svolti.

 

Letture consigliate Articoli

LASCIA UN COMMENTO

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Nome *

Email *

Website

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Formazione e lavoro sono il motore di una società attiva e propositiva. Perseguendo un principio di solidarietà, offriamo risposte reali alle vostre richieste.

Ufficio Stampa

Volete che si parli di voi, dei vostri progetti e prodotti?
Sapremo ascoltarvi e trovare le parole e i canali giusti per raggiungere il vostro target.

Conosciamo bene le dinamiche dei media e abbiamo rapporti consolidati con i principali gruppi editoriali.

Servizi:

* Individuazione mappa della notiziabilità e media strategy
* Redazione press kit e materiali redazionali
* Conferenze stampa, interviste, press tour
* Diffusione articoli e rassegna stampa
* Social media monitoring

Contattaci